Aumenti luce e gas, Ferretti: Transizione energetica sia sostenibile

(Teleborsa) – Cosa sta succedendo alle nostre bollette di luce e gas? A spiegare i contorni poco chiari di un tema, decisamente spinoso, l’economista e docente Innovation Academy Trentino Sviluppo, Andrea Ferretti, che parte da quella che definisce una “necessaria premessa”.

“In Italia il 13% dell’energia elettrica viene comprata dall’estero, il 20% deriva da fonti rinnovabili come eolico e fotovoltaico ma ben il 67% deriva da centrali termoelettriche, alimentate per il 70% a gas metano e per il 30% a carbone”. Ferretti spiega, dunque, che già dal 2021, si sono registrati forti aumenti sia per l’energia elettrica che per il gas, nell’ordine del 30-40%”.

Da cosa derivano questi aumenti? “Anzitutto, prosegue, “nella fase di ripresa post lockdown si è registrato un brusco aumento della domanda di energia elettrica da parte dell’Asia, Cina in particolare, forte domanda che si è scontrata con un rallentamento dell’estrazione di carbone, lignite e similari a causa del lockdown. Questo ovviamente ha creato delle tensioni sul costo del carbone, usato dalle centrali termoelettriche, che si è riverberato sul costo dell’energia elettrica. Ancora: nonostante le forti pressioni dell’Unione Europea, la Russia si è di fatto rifiutata di aumentare le forniture di gas attraverso i proprio gasdotti, un problema che non è tecnico, ma politico, legato cioè all’attivazione del nuovo gasdotto Nord Stream 2 che consentirebbe alla Russia di bypassare l’Ucraina nella fornitura di gas all’Europa”.

Il punto delicato è – fa notare ancora Ferretti – è che questi aumenti hanno toccato il nostro Paese in maniera particolare e le ragioni sono più d’una: anzitutto, non abbiamo centrali nucleari, anche se ne siamo circondati; non abbiamo miniere di carbone dunque dobbiamo comprare; abbiamo giacimenti – specie sottomarini – di gas ma non vogliamo trivellare per motivi ambientali e quindi compriamo il 90% del gas; le energie rinnovabili coprono al momento solo il 20% dei nostri fabbisogni, per portarlo all’obiettivo del 70% servono decenni”.

Quali scenari? “Se questi aumenti dei costi energetici sono fiammate dovute alla speculazione l’intervento calmieratore del Governo risolve il problema, se invece, siamo in presenza di aumenti strutturali che dipendono dal vuoto che si è creato nell’ambito della transizione verso le energie rinnovabili abbiamo un problema serio che va affrontato, anche subito, perchè le nostre Pmi non potranno sopportare all’infinito costi energetici a questi livelli, ossia insostenibili. Benissimo, dunque, la transizione energetica, purchè sia sostenibile”, conclude Ferretti.

(Foto: © Andrii Yalanskyi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aumenti luce e gas, Ferretti: Transizione energetica sia sostenibile