AT&T alza guidance per 2021 su trimestrale positiva

(Teleborsa) – AT&T, società statunitense di telecomunicazioni, ha registrato entrate in crescita del 7,6% a 44 miliardi di dollari nel secondo trimestre dell’anno, superando la stima degli analisti di 42,67 miliardi di dollari, secondo dati Refinitiv. L’utile per azione rettificato è stato di 0,89 dollari, in crescita del 7,2% rispetto agli 0,83 dollari dello stesso trimestre di un anno fa. La società ha aggiunto 789.000 nuovi abbonati telefonici postpagati netti durante il trimestre, al di sopra delle stime FactSet di 278.000.

“Siamo soddisfatti delle nostre prestazioni e il nostro slancio è forte”, ha affermato John Stankey, CEO di AT&T – Per il quarto trimestre consecutivo, abbiamo visto una buona crescita degli abbonati su wireless, fibra e HBO Max”. “Come conseguenza – ha aggiunto – stiamo aumentando la nostra previsione per fine anno di HBO Max da 70 a 73 milioni di abbonati. Inoltre, stiamo aggiornando la guidance per l’intero anno per entrate, entrate da servizi wireless, utile per azione rettificato e flusso di cassa”.

AT&T ora prevede, per l’intero esercizio, una crescita del fatturato nell’intervallo dal 2% al 3% e un utile per azione rettificato in crescita “low- to mid-single digits”. In precedenza le stime erano per una crescita dei ricavi vicina all’1% e per un utile rettificato per azione stabile rispetto all’anno precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

AT&T alza guidance per 2021 su trimestrale positiva