Atlantia sotto pressione in Borsa: attesa convocazione assemblea

(Teleborsa) – Atlantia prosegue negativa in Borsa e perde del 5,92% al giro di boa, in una settimana cruciale per le sorti di ASPI. Non sono attese grandi novità, se non la convocazione dell’assemblea entro il 15 gennaio, per deliberare il progetto di scissione dell’88% di ASPI. Questo implica una convocazione 30 giorni prima e dunque entro il 16 dicembre.

Frattanto, sembrano ormai profilarsi molteplici soluzioni, tutte probabilmente all’ultimo minuto: la scissione totale o parziale dell’asset dalla controllante Atlantia, con relativo progetto di IPO, o un’offerta dell’ultimo minuto più vantaggiosa dalla cordata CDP-Blackstone-Macquarie.

In ogni caso l’incertezza non sembra far bene al titolo della controllante, che resta sotto pressione anche in vista del Natale. Lo scenario su base settimanale del gestore della più estesa rete autostradale europea rileva un allentamento della curva rispetto alla forza espressa dal FTSE MIB. Tale ripiegamento potrebbe rendere il titolo oggetto di vendite da parte degli operatori.

Il quadro tecnico di breve periodo di Atlantia mostra un’accelerazione al rialzo della curva con target individuato a 15,1 Euro. Rischio di discesa fino a 14,28 che non pregiudicherà la buona salute del trend corrente ma che rappresenta una correzione temporanea. Le attese sono per un’estensione della trendline rialzista verso quota 15,93.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Atlantia sotto pressione in Borsa: attesa convocazione assemblea