Atlantia sotto pressione a Piazza Affari

(Teleborsa) – Ribasso composto e controllato per Atlantia, che presenta una flessione del 4,21% sui valori precedenti.

A pesare sulle azioni contribuisce lo scontro con il Governo italiano sulle concessioni autostradali.

In un comunicato la società ha reso noto di aver “appreso da organi di informazione che il Consiglio dei Ministri nella seduta del 21 dicembre, in sede di adozione del decreto legge c.d. “Milleproroghe”, avrebbe approvato (con la formula salvo intese) delle disposizioni in materia di concessioni autostradali finalizzate, tra l’altro, a modificare ex lege alcune clausole della vigente Convenzione Unica di Autostrade per l’Italia (a suo tempo approvata con legge) in ordine alla revoca, decadenza o risoluzione meglio specificate nella bozza di decreto legge”.

A fronte di ciò, il “CdA sta valutando ogni iniziativa volta a tutelare i diritti della stessa in termini di legittimità costituzionale e comunitaria delle disposizioni normative in merito ai principi di affidamento, di libertà di stabilimento e di concorrenza, di proporzionalità e di ragionevolezza”.

Lo scenario su base settimanale del gestore della più estesa rete autostradale europea rileva un allentamento della curva rispetto alla forza espressa dal FTSE MIB. Tale ripiegamento potrebbe rendere il titolo oggetto di vendite da parte degli operatori.

La tendenza di breve di Atlantia è in rafforzamento con area di resistenza vista a 21,46 Euro, mentre il supporto più immediato si intravede a 20,97. Attesa una continuazione della tendenza al rialzo verso quota 21,95.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Atlantia sotto pressione a Piazza Affari