Atlantia pronta al futuro per interpretare la nuova mobilità e cogliere opportunità

(Teleborsa) – Atlantia, come holding di grande gruppo focalizzato sui servizi alla mobilità – autostrade, aeroporti, servizi di pagamento – punta su una gestione di infrastrutture e servizi in grado di “cambiare radicalmente l’esperienza del viaggio”, attraverso un costante ricorso all’innovazione e un focus sulle tematiche della sostenibilità.

Le nuove linee di sviluppo strategico del Gruppo sono state presentate oggi alla comunità finanziaria, assieme ad una lettura approfondita dei risultati 2020, dall’Amministratore Delegato di Atlantia Carlo Bertazzo, e dai Ceo delle società controllate Roberto Tomasi (ASPI), José Aljaro Navarro (Abertis), Marco Troncone (AdR), Franck Goldnadel (Aéroports de la Côte d’Azur) e Gabriele Benedetto (Telepass).

Bertazzo ha affermato che, al di là dei risultati, “il 2020 è stato un anno impegnativo e intenso” per il Gruppo, non solo per l’impatto dell’emergenza sanitaria, ma anche per la questione ASPI. La holding, ben diversificata sulle infrastrutture di trasporto sui servizi di pagamento digitali ed operante in varie aree geografiche, ha assunto un nuovo ruolo strategico, con una nuova vision e una nuova organizzazione, concentrata su persone e competenze.

Guardando avanti – ha spiegato il Ceo del Gruppo Carlo Bertazzo – Atlantia conta di “sostenere il proprio percorso di sviluppo, basato su presupposti più ampi che in passato” e si propone come “una holding strategica di investimento snella e orientata ai macro-trend globali che stanno ridisegnando l’esperienza della mobilità, facendo leva su un largo portafoglio internazionale di asset gestiti sinergicamente e sull’innovazione quale abilitatore dello sviluppo, nel rispetto delle comunità e dell’ambiente dove operiamo”.

Il modello delle quattro “S”

Il management propone un orientamento strategico incentrato su un modello a quattro “S” Smart, Safe, Sustainable e Seamless” – che mette l’accento sul ruolo centrale del digitale e dell’innovazione (smart) e della sicurezza (Safe), sulla sostenibilità )attenzione ad ambiente e comunità) e sulla mission che è quella di “semplificare l’esperienza del viaggio” (seamless).

“Coerentemente con questa visione e nel rispetto delle priorità strategiche che ci siamo dati, il Gruppo Atlantia potrà proseguire il percorso di crescita intrapreso consolidando il proprio ruolo di campione internazionale della mobilità sostenibile”, ha concluso il Ceo.

Le direttrici di sviluppo e il ruolo dell’innovazione

Nella definizione del nuovo posizionamento, Atlantia è partita dall’analisi dei macro-trend – innovazione, digitalizzazione, bisogni delle persone e nuove esigenze di mobilità – dimostrando una rinnovata sensibilità verso le tematiche del climate change e dell’attenzione all’ambiente.

Alla luce di questo contesto, il Gruppo ha definito le proprie iniziative strategiche, che passano per lo sviluppo nelle aree a più alto potenziale e l’ottimizzazione della gestione di portafoglio, per l’espansione in settori sinergici (smart mobility e smart roads), con l’obiettivo di cogliere nuove opportunità di crescita, puntando sull’innovazione come leva di crescita e su una organizzazione agile e flessibile che operi come una holding di investimenti a più livelli (multi-level) nei vari settori in cui è presente.

Cruciale il ruolo dell’innovazione, per una mobilità che sarà sempre più sostenibile, connessa, autonomia, condivisa ed integrata. L’innovazione è un elemento “core” per lo sviluppo della nuova Atlantia, che aspira a diventare un “pioniere”.

Il CdA della Holding ha definito e condiviso un nuovo quadro di riferimento su Mission, Vision e Valori che sottendono al percorso di sviluppo già avviato. Al centro di questo quadro ci sono le persone, le aspettative di sviluppo della mobilità e l’ampia disponibilità di nuove tecnologie. Le prospettive dell’operato del Gruppo sono di lungo periodo e tra gli obiettivi è primario quello della riduzione dell’impatto ambientale. Tutte le dichiarazioni valoriali poggiano sulla consapevolezza che ogni azione deve avere un approccio ispirato, guidato e misurato da principi di sostenibilità sociale e ambientale, oltre che economico-finanziaria.

Un focus sulla sostenibilità

Il forte radicamento culturale sulle tematiche della Sostenibilità dovrà essere applicato a tutte le attività di gestione e di sviluppo del Gruppo. Proprio per questo il Consiglio di Amministrazione ha approvato il Piano di sostenibilità 2021-2023 che ha indicato prioritariamente quali obiettivi da raggiungere: la Carbon Neutrality a l 2040 (10 anni di anticipo); almeno il 20% delle posizioni manageriali ricoperte da donne e il 40% di nuove assunzioni in posizioni di elevata professionalità di genere femminile; oltre il 90% dei rifiuti prodotti reimmessi nel ciclo dell’economia circolare; raddoppio della quota di energia elettrica utilizzata proveniente da fonti rinnovabili, compensazione dell’utilizzi del territorio; incentivazione del management legata ai target di sostenibilità.

Avanti trattative su ASPI

Il Ceo Bertazzo ha parlato anche dell’offerta di CDP per ASPI, indicando che “sono in corso trattative” volte a migliorare l’offerta economica e le condizioni per la vendita dell’88% della controllata. Quanto ai rapporti con il governo ed il MIT, il manager ha affermato che il nuovo esecutivo è attualmente “impegnato su questioni più importanti legate alla pandemia” ed ha auspicato che qualcosa si muova a breve”.

Interesse per ACS

Il numero uno di Atlantia ha anche confermato un “potenziale” interesse per la compagnia spagnola ACS ed ha affermato che “non ci sono problemi ad aprire una discussione”.

Il ritorno del dividendo

Il Ceo ha confermato che Alantia potrebbe tornare a pagare un dividendo a valere sull’esercizio 2021, ma tutto dipenderà dall’andamento della pandemia e del traffico. Rispodendo ad una domanda, Bertazzo ha indicato che l’utile distribuito potrebbe essere commisurato al cntrobuto di Abertis e Telepas, circa 500 milioni, mentre aspi NON DISTRIBUIRà UNA CEDOLA.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Atlantia pronta al futuro per interpretare la nuova mobilità e coglie...