Atlantia guarda con interesse al settore aeroportuale europeo

(Teleborsa) – Atlantia aspira ad espandersi nel settore aeroportuale europeo, in seguito all’uscita dal settore autostradale. E’ quanto rivela il Financial Times, indicando che l’Ad Carlo Bertazzo starebbe pensando, dopo la dismissione di Autostrade per l’Italia, di investire in infrastrutture aeroportuali a buon mercato, dal momento che molti hub europei vivranno un 2021 difficile a causa della pandemia.

“Molti aeroporti in Europa dovranno effettuare aumenti di capitale il prossimo anno, perché a differenza delle compagnie aeree, non stanno ricevendo sufficienti sussidi dai governi, a dispetto degli elevati costi fissi in termini di personale ed infrastrutture”, ha dichiarato Bertazzo al FT.

Atlantia ha già una base d’appoggio nel settore aeroportuale, controllando Aeroporti di Roma, che gestisce Fiumicino e Ciampino, i due principali aeroporti della Capitale, e detenendo una quota maggioritaria del 65% negli aeroporti di Nizza – Costa Azzurra.

“Atlantia può giocare un ruolo attivo nel settore aeroportuale”, ha affermato il numero uno del Gruppo, ricordando che “Aeroporti di Roma è specializzata in viaggi leisure e questo sarà un elemento di forza in un mondo post-pandemia quando il turismo recupererà più velocemente rispetto al traffico business, che potrebbe ridursi per sempre”.

La società attualmente non è in trattative con nessun aeroporto, ma potrebbe creare sinergie con diversi scali, mettendo al centro la continuità geografica ed il turismo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Atlantia guarda con interesse al settore aeroportuale europeo