Atlantia giù dopo i risultati e lo stop alla vendita della quota di AdR

(Teleborsa) – Aggressivo ribasso per il Atlamtia, che passa di mano in perdita del 2,90%, dopo i risultati pubblicati lo scorso venerdì e lo stop alla cessione del 30% di AdR.

La compagnia che gestisce la maggiore rete autostradale italiana ha chiuso i primi nove mesi di esercizio con un utile in crescita del 21%, a 754 milioni di euro e ricavi in aumento del 4% a oltre 4 miliardi di euro. Il traffico autostradale sulla rete italiana del gruppo risulta in crescita del 2,6%, mentre quello sulla rete estera si mostra in aumento del 2,2%. Bene anche il traffico passeggeri di Aeroporti di Roma, che è aumentato del 6,8%.

Atlantia ha anche annunciato che non cederà per ora la quota di minoranza del 30% di Aeroporti di Roma, “pur avendo già ricevuto la disponibilità di acquisto ad un prezzo pienamente in linea con le aspettative della società”. 

L’andamento di Atlantia nella settimana, rispetto al FTSE MIB, rileva una minore forza relativa del titolo, che potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze.

Lo status tecnico della società di concessionarie autostradali è in rafforzamento nel breve periodo, con area di resistenza vista a 24,69 Euro, mentre il primo supporto è stimato a 24,27. Le implicazioni tecniche propendono per un ampliamento della performance in senso rialzista, con resistenza vista a quota 25,11.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Atlantia giù dopo i risultati e lo stop alla vendita della quota di AdR
Atlantia giù dopo i risultati e lo stop alla vendita della quota di&n...