Atlantia, Fondazione CRT e Edizione voteranno contro proroga scissione

(Teleborsa) – Colpo di scena sul dossier Autostrade: la Fondazione CRT, uno dei soci storici di Atlantia, ed Edizione Holding, la società della famiglia Benetton che controlla il Gruppo holding, non voteranno a favore della proroga del progetto di scissione di ASPI ed affermano di voler andare avanti con la cordata guidata da CDP per migliorare i termini economici della proposta presentata.

L’annuncio delle intenzioni di voto arriva a pochissimi giorni dall’assemblea convocata per il 29 marzo e di rimando alle indiscrezioni di stampa che parlano di un’offerta migliorativa del consorzio CDP-Blackstone-Macquarie.

Edizione: “Opportuno coltivare unica operazione espressa dal mercato”

“Edizione precisa che la propria controllata, Sintonia, ha già conferito delega al rappresentante designato per esprimere, nell’assemblea di Atlantia del prossimo 29 marzo, voto contrario alla proroga del termine” per l’operazione di Scissione Parziale Proporzionale di Atlantia in favore di Autostrade Concessioni e Costruzioni (ACC) approvato in data 15 gennaio 2021.

La società – si legge in una nota – “ha preso atto dell‘assenza, allo stato, di proposte di potenziali investitori per l’acquisto della partecipazione in ACC riveniente ad Atlantia per effetto di detta scissione – pari, in trasparenza, al 55% di ASPI – e non ritiene utile prolungare l’incertezza derivante dalla proroga di detto termine in attesa di ipotetiche offerte per tale partecipazione, anche alla luce dell’offerta vincolante in via di definizione da parte del consorzio di investitori che fa capo a Cassa Depositi e Prestiti per l’acquisto dell’intera partecipazione di Atlantia in Aspi (pari all’88% del capitale di quest’ultima)”.

Edizione, dunque, “ritiene più opportuno coltivare l’unica operazione espressa dal mercato e, nel ribadire la propria fiducia nell’operato del Cda di Atlantia, auspica che l’offerta venga quindi sottoposta al voto dell’Assemblea per la valutazione della stessa da parte di tutti gli azionisti”.

Fondazione CRT: “Avanti con miglioramento offerta cordata CDP”

“Fondazione CRT, preso atto dell’assenza, allo stato, di proposte di potenziali investitori per l’acquisto della partecipazione in Autostrade Concessioni e Costruzioni”, società nascente dallo spin-off di ASPI, ed “in considerazione dell’offerta vincolante presentata recentemente dal consorzio di investitori che fa capo a Cassa Depositi e Prestiti” per l’acquisto dell’88% di ASPI, “ha conferito delega al Rappresentante Designato per esprimere, nell’assemblea di Atlantia del prossimo 29 marzo, voto contrario alla proroga del termine per il Progetto di scissione di Atlantia in favore di ACC.

La Fondazione – precisa una nota – “ritiene opportuno che sia coltivata l’unica operazione ad oggi espressa dal mercato, adeguatamente migliorata, e auspica che l’offerta del consorzio di investitori che fa capo a Cassa Depositi e Prestiti venga sottoposta al voto dell’Assemblea per la valutazione della stessa da parte di tutti gli Azionisti”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Atlantia, Fondazione CRT e Edizione voteranno contro proroga scissione