Atlantia, ricavi positivi nel 2018. In aumento il cash flow operativo

(Teleborsa) – Nel 2018 i ricavi operativi del Gruppo Atlantia sono pari a 6.916 milioni di euro e si incrementano di 950 milioni di euro (+16%) rispetto al 2017 (5.966 milioni di euro).

La gestione operativa ha prodotto un FFO-Cash Flow Operativo pari a 2.984 milioni di euro, con un aumento di 418 milioni di euro attribuibile prevalentemente al contributo del gruppo Abertis pari a 382 milioni di euro. Su base omogenea, l’FFO presenta un incremento di 105 milioni di euro (4%) rispetto al 2017, prevalentemente per l’incremento dei flussi finanziari derivanti dalla gestione operativa.

Il margine operativo lordo (EBITDA) è pari a 3.768 milioni di euro, con un incremento di 89 milioni di euro rispetto al 2017 (3.679 milioni di euro).
Gli oneri e gli accantonamenti connessi alla demolizione e al ripristino del viadotto Polcevera di Genova crollato in data 14 agosto 2018, nonché il complesso degli altri interventi relativi, incidono sull’EBITDA per 513 milioni di euro.

L’Utile di pertinenza risulta essere pari a 818 milioni di euro e presenta una riduzione di 354 milioni di euro rispetto al 2017 (1.172 milioni di euro). Su base omogenea, l’utile dell’esercizio di pertinenza del Gruppo si riduce di 20 milioni di euro (-2%).

La situazione finanziaria del Gruppo presenta al 31 dicembre 2018 un indebitamento netto complessivo pari a 37.931 milioni di euro (9.496 milioni di euro al 31 dicembre 2017), con un incremento di 28.435 milioni di euro, essenzialmente riferibile agli impatti connessi all’acquisizione e al consolidamento del gruppo Abertis (25.847 milioni di euro al netto dell’apporto di terzi in Abertis HoldCo) e, in una transazione separata, dell’acquisto della partecipazione in Hochtief (2.411 milioni di euro).

Proposta la distribuzione di un dividendo complessivo di 0,90 euro per azione (1,22 euro nel 2017).

La gestione operativa del Gruppo prefigura per il 2019 un andamento economico complessivamente positivo per le diverse piattaforme operative del gruppo Atlantia con una crescita più forte per gli asset all’estero e per le attività aeroportuali del Gruppo, mentre si prevede una sostanziale stabilità per il settore autostradale italiano (escludendo le poste non ricorrenti dovute al crollo del Viadotto di Genova), pur considerando che l’andamento del traffico potrà risentire del rallentamento congiunturale dell’economia in Italia.
Si ritiene doveroso ricordare i potenziali rischi derivanti dalla comunicazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ad Autostrade per l’Italia del 16 agosto 2018 di avvio della contestazione di presunto grave inadempimento agli obblighi convenzionali in relazione al crollo del viadotto Polcevera.

Poco mosso il titolo Atlantia a Piazza Affari: -0,18%.

Atlantia, ricavi positivi nel 2018. In aumento il cash flow opera...