Aston Martin in Borsa: al via le quotazioni dell’auto di 007

(Teleborsa) – Si è finalmente concretizzata la quotazione in Borsa di Aston Martin. Oggi il produttore britannico di auto di lusso ha debuttato sul London Stock Exchange a 19 sterline ad azione. Cifra, questa, che si colloca più o meno al centro del range di 17,50-22,50 sterline fissato in sede di collocamento, e che valuta l’auto di James Bond 4,3 miliardi di sterline.

Quella di Aston Martin è la prima IPO di un automaker britannico dopo molti anni e dopo la vendita a società estere di brand storici quali Jaguar, Bentley e Rolls Royce.

Soddisfatto il Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo, Andy Palmer, che ha parlato di “momento storico” e di “risposta positiva da parte degli investitori di tutto il mondo”.

Nonostante la celebrità del marchio, da sempre associato ai film di 007, la società ha avuto molti problemi economici e nel corso della sua esistenza (105 anni) ha dichiarato fallimento ben sette volte. Nel 2017 la svolta: grazie anche al lavoro di Palmer, ex executive della Nissan che ha ampliato il range di prodotti, l’anno si è chiuso con il primo utile dal 2010 e ad agosto Aston Martin ha annunciato profitti semestrali per 42 milioni di sterline.

L’ultima sfida di Palmer? Raggiungere, se non superare, il brand di luxury car per eccellenza: Ferrari. Ma la strada, almeno oggi, appare lunga: i titoli del Gruppo stanno infatti cedendo oltre 3 punti percentuali a 18,3 sterline.

Aston Martin in Borsa: al via le quotazioni dell’auto di 00...