Astaldi, ricavi in forte crescita, titolo scatta in avanti

(Teleborsa) – Il 2015 si chiude per Astaldi con un ricavi in aumento del 7,6% a 2,85 miliardi di euro di cui l’82,9% realizzato all’estero. L’utile netto è sostanzialmente invariato a 80,9 milioni di euro.   

Il Consiglio ha deliberato di sottoporre all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti del prossimo 20 aprile il Bilancio d’esercizio 2015, nonché la proposta di distribuzione di un dividendo pari a 0,2 euro per azione (stacco della cedola 9 maggio 2016, record date 10 maggio 2016, pagamento 11 maggio 2016). 

Il Cda di Astaldi ha anche approvato l’accordo di risoluzione consensuale tra la società e l’Ad Stefano Cerri. In base all’accordo, si legge nella nota dei conti, Cerri riceverà oltre alle competenze di fine rapporto, un importo di 3,505 milioni di euro di cui 3,5 milioni a remunerazione di alcuni impegni successivi alla cessazione della carica tra cui un divieto di concorrenza di 18 mesi nel settore grandi opere. Cerri resterà in carica fino all’espletamento delle attività connesse alla redazione e alla pubblicazione della relazione finanziaria annuale. 

Intanto a Piazza Affari il titolo Astaldi sta guadagnando terreno ampliando la performance della prima parte della seduta e vanta un progresso del 2,51% a 4,91 euro.

Astaldi, ricavi in forte crescita, titolo scatta in avanti