Astaldi, proseguono regolarmente tutte le opere in corso

(Teleborsa) – La procedura di “concordato preventivo in continuità” attivata lo scorso 28 settembre ha lo scopo, tra l’altro, di garantire ai committenti la “regolare prosecuzione dei lavori in tutti i cantieri in cui il Gruppo sta operando, oltre che tutelare i creditori e preservare il patrimonio aziendale”.

Lo afferma in una nota Astaldi in relazione ad alcune notizie stampa e precisa che “l’azione di S&P di declassare il rating a D segue la decisione della Società di presentare domanda di concordato. S&P valuta la situazione attuale di Astaldi al pari di un default poiché la richiesta di concordato preventivo implica la sospensione dei pagamenti rivenienti da tutti gli impegni pregressi alla data di presentazione della domanda di concordato, salvo espressa autorizzazione del tribunale, durante il periodo del concordato”.

Astaldi precisa inoltre che “tutti i pagamenti maturati relativi alle obbligazioni emesse sono stati regolarmente pagati”.

Il declassamento a D, default, non è quindi in nessun modo da assimilare ad uno stato di fallimento del Gruppo.

Astaldi, proseguono regolarmente tutte le opere in corso