Astaldi freme. CdA di Salini per salvataggio

(Teleborsa) – Giornata importante per il futuro di Astaldi e per l’intero settore delle infrastrutture. Oggi, 15 luglio 2019, si terrà il Consiglio di Amministrazione (CdA) di Salini Impregilo convocato per il piano definitivo di salvataggio di Astaldi, su cui poggerà il Progetto Italia, polo nazionale delle costruzioni che dovrebbe nascere grazie al costruttore romano, Cassa depositi e prestiti (Cdp), banche e altre aziende del comparto.

I consiglieri del General Contractor saranno chiamati ad approvare una bozza di accordo da presentare al Tribunale per proseguire nel concordato di Astaldi. Al momento appare però molto probabile una proroga al 31 luglio 2019, visto che Cdp sarebbe ancora un po’ indecisa sul suo impegno da 250 milioni di euro. In attesa del via libera della Cassa all’operazione, al Tribunale potrebbe essere confermato l’impegno da parte delle banche con la presentazione di alcune ‘comfort letter’ che ne attestino la volontà di partecipare al Progetto. Il tutto al fine di ottenere al suddetta dilazione di tempo.

Decisamente positivo il titolo Astaldi a Piazza Affari, +4,01%, mentre Salini Impregilo lima lo 0,28%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Astaldi freme. CdA di Salini per salvataggio