Assoreti, frena la raccolta a maggio: volumi netti pari a 5 miliardi

(Teleborsa) – I volumi netti mensili della raccolta delle reti di consulenza a maggio sono stati pari a 5 miliardi di euro, in crescita del 23,3% anno su anno e in calo del 10,3% su base mensile. Il bilancio dei primi cinque mesi dell’anno è positivo per 23,6 miliardi di euro, con un aumento del 25,1% rispetto allo stesso periodo del 2020. Le scelte di investimento effettuate nel mese privilegiano i prodotti del risparmio gestito sui quali confluisce il 62,5% delle risorse raccolte per un valore di 3,1 miliardi di euro (+11,1% a/a; -25,0% m/m) coinvolgendo tutte le macro tipologie di prodotto. La componente amministrata del portafoglio registra flussi per 1,9 miliardi (+50,7% a/a; +33,2% m/m), trainata dalla liquidità (1,7 miliardi) anche per effetto del processo di acquisizione di nuova clientela. È quanto emerge dalle rilevazioni periodiche di Assoreti.

“Nei primi cinque mesi del 2021 le risorse nette collocate in fondi comuni, gestioni individuali e prodotti assicurativi/previdenziali hanno raggiunto i 17,5 miliardi di euro – ha commentato Marco Tofanelli, Segretario Generale dell’associazione – si tratta di un valore triplicato rispetto a quanto realizzato nel medesimo periodo del 2020 e che risulta anche superiore ai volumi netti dei primi cinque mesi del 2017 (+11,1%), anno record di raccolta delle Reti sul risparmio gestito”.
Per quanto riguarda il risparmio gestito, il 47% delle risorse nette è confluito sul comparto assicurativo/previdenziale registrando una crescita del 66,1% a/a (-3,1% m/m) e volumi netti pari a 1,5 miliardi di euro che si concentrano tra unit linked (892 milioni) e polizze multiramo (522 milioni). La raccolta netta realizzata sulle gestioni patrimoniali individuali è positiva per 450 milioni di euro e aumenta del 3,8% a/a (-42,6% m/m). La distribuzione diretta di quote di fondi comuni di investimento determina volumi netti positivi per 1,2 miliardi di euro (-19,7% a/a; -35,7% m/m).

Gli investimenti netti realizzati sugli strumenti finanziari amministrati sono positivi per 198 milioni di euro, valore nettamente inferiore rispetto a quanto rilevato ad aprile e nel medesimo mese del 2020. I volumi intermediati sul mercato primario risultano pari a 430 milioni, mentre sul mercato secondario prevalgono le uscite per 231 milioni. Nel complesso il bilancio è positivo per i titoli azionari (94 milioni), i certificate (82 milioni) e gli exchange traded product (98 milioni).

(Foto: © Vasin Leenanuruksa/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Assoreti, frena la raccolta a maggio: volumi netti pari a 5 miliardi