ASPI, livelli spesa per manutenzione rete autostradale sempre costanti

(Teleborsa) – Autostrade per l’Italia non ha mai ridotto le spese di manutenzione sulla propria rete autostradale, neanche in vista dell’ingresso di soci esteri. “Gli obblighi convenzionali riguardanti le attività manutentive – precisa una nota – sono stati rispettati. Nel corso del 2019, ASPI ha rafforzato ulteriormente le spese in manutenzione, anticipando importanti investimenti”.

E’ quanto chiarisce il gestore autostradale, aggiungendo che la previsione contenuta nel Patto Parasociale, in cui si parla di impegni di spesa immutati, “non ha nulla a che vedere con il volume delle spese di manutenzione”. “La suddetta previsione – peraltro esplicitata anche nello Statuto di ASPI e quindi pubblicamente nota – riguarda esclusivamente nuovi investimenti, e non spese di manutenzione, già previsti nella Convenzione e su cui il Cda deve pertanto poter deliberare anche senza il voto a favore dei consiglieri di minoranza, ovviamente purché l’importo complessivo degli impegni di spesa per tali investimenti resti immutato”.

“Il quadro complessivo delle spese di manutenzione effettuate, in corso e programmate sarà rappresentato da ASPI nelle sedi istituzionali opportune”, conclude la nota, ricordando che il Gruppo Atlantia ha avviato un audit interno, che sarà messo a disposizione degli inquirenti, finalizzato a verificare la corretta applicazione delle procedure aziendali da parte di Autostrade per l’Italia e Spea Engineering e delle persone coinvolte.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ASPI, livelli spesa per manutenzione rete autostradale sempre cos...