Askoll EVA, effetto lockdown sui ricavi 2020

(Teleborsa) – Askoll EVA chiude il 2020 con ricavi pari a 9.439 migliaia di euro che hanno registrato un decremento del 46,1% rispetto all’esercizio 2019, “a seguito degli effetti provocati dai continui lockdown decisi dallo Stato Italiano e da altri Stati Europei”.

L’Ebitda è ancora negativo per 3.089 migliaia di Euro, tuttavia evidenzia un consistente miglioramento per 1.167 migliaia di Euro rispetto allo scorso esercizio, “fondamentalmente grazie al continuo efficientamento della produzione e alla politica di riduzione dei costi di struttura che ha caratterizzato l’anno 2020”. L’Ebit ammonta a -7.724 migliaia di Euro contro i -9.132 migliaia di Euro del 2019.

La Perdita d’esercizio, pari a 7.909 migliaia di Euro, è al netto di 368 migliaia di Euro di gli interessi e altri oneri finanziari netti (in decremento di 203 migliaia di Euro rispetto all’esercizio 2019) e di 358 migliaia di Euro di effetto relativo alla chiusura della partecipata Askoll France.

Quanto all’evoluzione prevedibile della gestione, la società fa sapere che “continuerà per tutto il 2021 l’ottimizzazione dei processi produttivi e di supply chain dei prodotti esistenti con l’obiettivo primario di incrementare la marginalità dell’intero portafoglio prodotti“.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Askoll EVA, effetto lockdown sui ricavi 2020