Asia contrastata, oggi i dati sul lavoro USA

(Teleborsa) – Le preoccupazioni di una frenata dell’economia mondiale a causa della Brexit e, il crollo del petrolio, hanno pesato sulle piazze finanziarie asiatiche, che mostrano segni contrastanti in chiusura.

La piazza di Tokyo ha risentito, in particolare, dell’apprezzamento dello yen nei confronti del dollaro. L’indice Nikkei ha archiviato la giornata con una flessione dello 0,67% a 15.276,24 punti, mentre il più ampio paniere Topix ha perso lo 0,66% a 1.226,09 punti.   

Intanto dai verbali del FOMC, è emerso che la Fed ha paura della Brexit e dunque per l’aumento dei tassi è meglio “aspettare”. C’è attesa anche per la diffusione delle statistiche USA sul mercato del lavoro in programma oggi e domani. 

Tra le altre borse asiatiche, in lieve vantaggio Seul, che avanza dell’1,07%.

Leggermente positive le borse cinesi, con Shanghai che guadagna appena lo 0,09%. In rialzo anche Taiwan che sale dello 0,76%.

Tra le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute, tonica Hong Kong che avanza dello 0,87%. In calo Singapore -0,24%. Frazionali ribassi anche per Kuala Lumpur -0,25%. Stessa intonazione negativa Jakarta -0,90%. Sale invece dello 0,73% la piazza di Bangkok.

Asia contrastata, oggi i dati sul lavoro USA