ART, riapre consultazione per determinazione contributo 2019 funzionamento Autorità

(Teleborsa) – A seguito del “Decreto Genova” che modifica le normative per il finanziamento dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti, ART, in considerazione delle recenti modifiche normative in materia di finanziamento dell’Autorità medesima introdotte dal “Decreto”, ha deliberato la riapertura della consultazione pubblica per determinare il contributo per il suo funzionamento nell’anno 2019.

Le modifiche normative, infatti, introducono nuove “indicazioni” sulle modalità cui devono attenersi gli operatori economici tenuti a contribuire al funzionamento dell’Autorità. Pertanto, ART ha ritenuto necessario riaprire la consultazione per consentire ai “soggetti interessati” di manifestare le proprie osservazioni di merito in un nuovo documento.

Il legislatura in sede di conversione del Decreto legge n. 109/2018, è intervenuto in particolare sull’art. 37 del Decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, comma 6, stabilendo “più accurata individuazione degli operatori economici tenuti a versare il contributo“, “prevedendo chiare soglie di esenzione in ragione del fatturato” e disponendo che, in ogni caso, “il computo del fatturato debba evitare duplicazioni di contribuzione”.

Va comunque sottolineato come, a seguito di esame parlamentare siano stati accolti Ordini del giorno che hanno impegnato il Governo in materia di contributo per il funzionamento dell’Autorità relativamente al settore dell’autotrasporto e alle imprese straniere che operano in Italia, siano stati aggiornati i criteri di individuazione dei soggetti che operano nel settore dei servizi di trasporto di merci su strada connessi con porti, scali ferroviari merci, aeroporti, interporti.

Soggetti tenuti al versamento contributivo individuati in quanti al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di riferimento, abbiano nella propria disponibilità veicoli, dotati di capacità di carico, con massa complessiva oltre i 26.000 chilogrammi, nonché trattori con peso rimorchiabile oltre i 26.000 chilogrammi.

Al fine di garantire la massima partecipazione e la trasparenza delle scelte adottate, ART chiede ai soggetti interessati di formulare le loro eventuali osservazioni di merito sul nuovo “Documento di consultazione“. Nuovo documento pubblicato per consultazione sul sito web dell’Autorità.

Le osservazioni dovranno pervenire all’Autorità entro il termine tassativo del 13 dicembre 2018, esclusivamente tramite PEC all’indirizzo: pec@pec.autorita-trasporti.it.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ART, riapre consultazione per determinazione contributo 2019 funzionam...