ART: “ok a misure regolatorie su ambiti servizio pubblico TPL”

(Teleborsa) – Via libera del Consiglio dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) all’atto di regolamentazione con cui viene definita la metodologia per l’individuazione degli ambiti di servizio pubblico e delle modalità più efficienti di finanziamento. “La definizione di tale metodologia – si legge in una nota ART – è uno strumento che l’Authority mette a disposizione delle amministrazioni competenti e traccia, tra l’altro, i criteri per l’individuazione di lotti per l’affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale”.

Nelle misure dell’Autorità, l’ambito “è definito come un insieme di servizi di trasporto, sia di linea che non di linea (es. taxi, ncc ed altre forme di mobilità condivisa diverse da bus, tram e metropolitane), anche effettuato con diverse modalità, idoneo a soddisfare obblighi di servizio pubblico ed esigenze essenziali di mobilità di cittadini in un determinato Bacino territoriale”.

Le misure in oggetto “completano e integrano quelle sulla redazione dei bandi e delle convenzioni relativi alle gare per l’assegnazione in esclusiva dei servizi di trasporto pubblico locale (TPL) di cui alla delibera dell’Autorità n. 49/2017, con cui è stata fornita agli Enti territoriali una cornice di regolazione comune per la preparazione delle procedure di affidamento dei contratti di servizio di trasporto pubblico in esclusiva e per la nomina delle commissioni aggiudicativi”.

“I principali obiettivi del provvedimento ART – conclude la nota – garantire la trasparenza delle procedure e di promuovere la sostenibilità economica, ambientale e sociale dei servizi di trasporto pubblico e la massimizzazione della loro efficienza”.

ART: “ok a misure regolatorie su ambiti servizio pubblico T...