ARM-Nvidia, la fusione è ancora lontana

(Teleborsa) – L’acquisizione della società britannica ARM Holding leader europea dei chip, da parte del produttore americano di schede grafiche Nvidia finisce sotto i fari dell’autorità per la concorrenza del Regno Unito. Il Segretario di Stato per il digitale, Oliver Dowden, ha chiesto infatti l’avvio di un’indagine per verificare le problematiche per quanto concerne la sicurezza nazionale.

Lo scorso febbraio, l’autorità regolatoria per la competizione (Competition and Markets Authority, CMA) aveva aperto un fascicolochiedendo ad eventuali parti interessate di produrre argomentazioni sull’operazione. Nelle scorse ore Dowden ha chiesto alla CMA di accelerare i tempi e produrre entro la fine di luglio un rapporto dettagliato sulla fusione.

L’operazione, da 40 miliardi di dollari, era stata annunciata a settembre 2020, scuotendo il mondo tech ed il governo inglese.

(Foto: Adi Goldstein on Unsplash)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ARM-Nvidia, la fusione è ancora lontana