ArianeGroup: nuovi contratti ESA per portare avanti i progetti Prometheus e Phoebus

(Teleborsa) – ArianeGroup ed ESA stanno portando avanti sviluppi avanzati in due progetti dimostrativi di punta sul trasporto spaziale, Prometheus e Phoebus. Daniel Neuenschwander, Direttore del trasporto spaziale dell’ESA, André-Hubert Roussel, CEO di ArianeGroup e Pierre Godart, CEO di ArianeGroup in Germania, hanno firmato contratti del valore di 135 milioni di euro per Prometheus e 14,6 milioni di euro per Phoebus, durante un evento online.

“La firma di questi contatti rappresenta un’importante pietra miliare nello sviluppo di entrambi i progetti che ora si concentreranno sulle tecnologie chiave e sui processi definiti fino ad ora in vista di preziose dimostrazioni”, si legge in una nota diffusa da ArianeGroup. Prometheus è un dimostratore di motore a razzo riutilizzabile a bassissimo costo alimentato a metano liquido: come spiega la joint venture formata da Airbus e dal gruppo francese Safran, “è altamente versatile e quindi adatto per l’uso su fasi principali, booster e superiori dei futuri veicoli di lancio europei. È dotato di spinta variabile, accensioni multiple e sistemi di controllo di bordo intelligenti per la riutilizzabilità. Grazie alla produzione di strati additivi, che rappresenta il 70% della massa del motore, il numero di parti è basso e questo accelera la produzione e riduce gli sprechi. Ciò può ottenere una riduzione dei costi di dieci volte rispetto al motore Vulcain 2 dell’Ariane 5. Inoltre, si prevede che l’uso di carburante metano liquido ridurrà il costo delle operazioni a terra prima e dopo il volo”.

Per completare l’attuale fase iniziale, due dimostratori di motori Prometheus su vasta scala esistenti eseguiranno test antincendio statici presso il Centro aerospaziale tedesco DLR a Lampoldshausen, in Germania. I dati raccolti da questi test forniranno informazioni importanti per convalidare e dimostrare il concetto del motore. Questo alimenterà i progetti per aumentare la spinta del motore dai suoi attuali 1000 kN a 1200 kN. Morena Bernardini, VP Strategy di ArianeGroup, ha dichiarato: “Prometheus e Phoebus sono due progetti di sviluppo fondamentali e valgono insieme quasi 150 milioni di Euro. Con essi potremo migliorare ancora la competitività dei lanciatori europei aumentandone nel contempo la flessibilità di utilizzo verso un più ampio ventaglio di missioni”.

Il progetto preparerà anche un concetto Prometheus basato sull’idrogeno liquido che fornirà opzioni alternative al metano e potrebbe essere disponibile per l’uso su Ariane 6 già nel 2025.

(Foto: ESA)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ArianeGroup: nuovi contratti ESA per portare avanti i progetti Prometh...