ArcelorMittal, S&P: “Attesa ripresa dopo 2019 debole”

(Teleborsa) – Un’ulteriore riduzione del livello del debito della società derivante dalla generazione di cassa, dall’afflusso di capitale circolante e dai disinvestimenti. Questi, secondo l’analisi dell’agenzia Standard and Poor’s, alcuni degli elementi positivi per l’esercizio in corso di ArcelorMittal. Nel 2019 i risultati del produttore siderurgico – evidenzia S&P – “sono stati più deboli del previsto, ma la società vedrà probabilmente una ripresa nell’anno in corso”.

Secondo l’agenzia di rating nonostante l’andamento modesto del mercato dell’acciaio i margini sembrano destinari “a migliorare, perché alcune delle circostanze che hanno represso la redditività nel 2019 non si ripeteranno” quest’anno.

Dopo il deterioramento registrato nel 2019, per quanto riguarda il mercato dell’acciaio, secondo S&P, ci sono “fattori che dovrebbero sostenere la stabilizzazione dei prezzi dell’acciaio, unitamente a una modesta crescita della domanda dell’1,1% in Europa e dello 0,8% nel Nord America”.

L’ex Ilva di Taranto non è stato inclusa dall’agenzia nel perimetro operativo di ArcelorMittal, per quanto riguarda le valutazioni finanziarie. Tuttavia S&P ha affermato che la situazione dello stabilimento italiano “ha un impatto limitato sui parametri di credito”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ArcelorMittal, S&P: “Attesa ripresa dopo 2019 debole&#8...