Arabia Saudita, la petroliera esplosa è stata colpita da una nave carica di esplosivo

(Teleborsa) – Sarebbe stata una nave “carica di esplosivo” a colpire la petroliera esplosa questa mattina al porta di Jeddah, in Arabia Saudita, in quello che è stato un “attacco terroristico“, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa governativa saudita SPA, citando un portavoce del ministero dell’Energia.

Non ci sono state vittime né interruzioni delle forniture di petrolio o carburante, secondo SPA. In un comunicato, la compagnia di navigazione Hafnia, proprietaria della nave, ha detto che tutti i 22 marinai a bordo della BW Rhine, battente bandiera di Singapore, sono rimasti illesi, ma che era possibile che del petrolio fuoriuscisse dal sito dell’esplosione.

Questa è solo una delle cause che oggi stanno facendo muovere il prezzo del petrolio. Dopo un’apertura in positivo, ora il petrolio sta andando giù, con il Brent a 49,51 dollari (-0,98%) e il Light crude che registra un -1,27% a 45,95 dollari. Oggi l’OPEC (Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio) in un rapporto mensile ha ridotto le proiezioni per il consumo globale di carburante nel primo trimestre del 2021 di 1 milione di barili al giorno, rispetto alla sua precedente previsione.

L’esplosione odierna è avvenuta a sole tre settimane di distanza da quando un’altra petroliera è stata danneggiata, forse da una mina, al terminal saudita di Shuqaiq e da quando, negli stessi giorni, i ribelli Houthi dello Yemen hanno rivendicato un attacco missilistico su un deposito di carburante di Saudi Aramco a Gedda.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Arabia Saudita, la petroliera esplosa è stata colpita da una nave car...