Apple rifà il trucco a software e hardware. Ecco tutte le novità

(Teleborsa) – Dall’ARkit per la realtà aumentata a nuovi software e hardware più al passo con i tempi, sono davvero tante le novità annunciate ieri sera da Apple nel corso della conferenza annuale degli sviluppatori a San Josè, in California.

Davanti a oltre 5 mila sviluppatori di tutte le età e nazionalità, il Chief Executive Officer del colosso tecnologico statunitense, Tim Cook, ha aperto l’evento con una pubblicità che mostra un mondo post apocalittico senza app, commentando: “sono così contento che questo non succederà veramente”.
Per questo AppStore, negozio virtuale per acquistare app della Mela Morsa lanciato nove anni fa (oggi ha oltre 500 milioni di visitatori al giorno) si rifà il trucco. Per esempio con la funzione Today, che ogni giorno apre il negozio virtuale con le novità più importanti.

Altra chicca è il nuovo sistema operativo per Macintosh, MacOS High Sierra, che sostituirà MacOS Sierra. I principali cambiamenti riguardano Safari che, promette Cook, diventerà il browser più veloce al mondo. Non solo: ora permette di bloccare le pubblicità video che iniziano in automatico.

Gli appassionati di immagini potranno invece deliziarsi con Photos, che adesso può sincronizzare i cambiamenti fatti a una foto con i principali programmi di grafica, tra cui PhotoShop, e con Metal 2 (disponibile in versione Beta da oggi per gli sviluppatori, mentre arriverà gratis dal prossimo autunno per tutti i clienti), mentre Apple File System velocizzerà la gestione dei file.

Nuovo software, nuovi Mac. Primi tra tutti gli iMac, i computer da tavolo dotati di monitor con una migliore risoluzione, nuovi processori Intel “Kaby Lake” e più memoria.

Rimanendo in tema di device, il colosso di Cupertino ha alzato il velo anche su un nuovo iPad Pro con schermo da 10,5 pollici che sostituirà la versione da 9,5 pollici. Tra le new entry da citare ProMotion, che porterà a un miglioramento nella fluidità dei movimenti che diventeranno più naturali.
I nuovi modelli saranno disponibili da settimana prossima: la versione da 10,5 pollici partirà da 64 giga con un costo di 649 dollari, mentre quella da 12,9 pollici partirà da 799 dollari, sempre per 64 giga.

Non poteva mancare un nuovo sistema operativo mobile: è iOS 11, che manderà in pensione iOS 10. Per chi ama i pagamenti online ci sarà la nuova Apple Pay che diventa ora una app integrata in Facebook Messenger, e permetterà anche i pagamenti diretti tra persone, cosa che prima non era possibile.

Anche l’assistente vocale Siri, Message e Camera hanno nuove funzioni. In particolare Siri sarà ora in grado di fare traduzioni. Ma iOS 11 prevede il cambiamento del control center, che permette di avere tutti gli strumenti di controllo di iPhone o iPad in una sola pagina. Allo stesso tempo anche le funzioni delle notifiche sono state implementate.

Da non dimenticare Files, la nuova app che permette di gestire tutti i propri file su iPad.

Anche Apple investe nella realtà aumentata con ARkit, un framework che consente di creare facilmente esperienze di realtà aumentata “senza precedenti” per iPhone e iPad, e nella realtà virtuale con lo Steam VR SDK, altro kit di strumenti con cui sbizzarrirsi.

Non poteva mancare una novità per i “musicofili”: arriva infatti HomePod, le nuove casse che permettono di ascoltare la musica in casa. In grado di modulare l’intensità e la direzione della musica a seconda dello spazio in cui viene spostato, potrà lavorare direttamente con Apple Music e potrà essere gestito attraverso Siri, in modo da dare la possibilità di scegliere la propria musica preferita grazie anche alla presenza di sei microfoni.

Ma HomePod è molto di più: si tratta infatti di uno speaker intelligente con il quale ascoltare musica, interagire con l’assistente vocale Siri e così prenotare eventi, avere notizie, gestire gli elettrodomestici di casa.
Il costo: 349 dollari e avrà due versioni, in bianco e in grigio antracite. Sarà disponibile da dicembre in Usa, Gran Bretagna e Australia. Dall’anno prossimo invece iniziera’ ad essere disponibile in tutti i paesi.

Anche l’Apple watch cambia i connotati con WatchOs4, l’aggiornamento del sistema operativo dell’orologio smart che ora, tra le altre cose, potrà interagire con le macchine per il fitness,

Apple rifà il trucco a software e hardware. Ecco tutte le novit...