Apple pronta ad aprire centro di sviluppo in Cina

(Teleborsa) – Apple  è pronta aprire un centro di ricerca e sviluppo in Cina già da quest’anno. Parola di Tim Cook  amministratore delegato de gruppo di Cupertino, che lo ha preannunciato durante un incontro con il vice premier cinese Zhang Gaoli.

Cook, a cinque anni dal suo insediamento in Apple, punta alla Cina guardando ad una produzione che sia anche attenta all’ambiente.

“Vogliamo mostrare al mondo che è possibile produrre in modo responsabile e stiamo lavorando fianco a fianco i nostri fornitori per aiutarli a ridurre il loro impatto ambientale in Cina”, ha detto Lisa Jackson, vice presidente di Apple per l’Ambiente, Iniziative Politiche e sociali. 

Apple sta lavorando con i fornitori per contribuire a trasformare il paesaggio ambientale in Cina, e annuncia che tutti i 14 dei suoi siti di assemblaggio finale in Cina sono ora compatibili con Rifiuti Zero certificando che tutti gli scarti di lavorazione vengano riutilizzati, riciclati, compostati o, quando necessario, convertiti in energia. Dal momento che il programma è iniziato nel gennaio 2015, i siti hanno dirottato più di 140.000 tonnellate di rifiuti dalle discariche.

Obiettivo di produzione di Apple, che include attualmente due stabilimenti in provincia di Changsha, è quello di usare l’energia eolica che coprirà il 100% dell’energia consumata, evitando così di disperdere nell’ambiente quasi 450.000 tonnellate di anidride carbonica ogni anno, pari al consumo di energia di 380.000 case cinesi.

Attraverso il suo programma di energia pulita, Apple collaborerà con fornitori in Cina per l’installazione di più di 2 gigawatt di nuova energia pulita nei prossimi anni, evitando più di 20 milioni di tonnellate di inquinamento di gas a effetto serra nel Paese entro il 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Apple pronta ad aprire centro di sviluppo in Cina