Appiattita la performance delle Borse europee

(Teleborsa) – Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente, in attesa della pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Fed, quella del 30 gennaio quando è stato deciso di lasciare invariato il costo del denaro.
La cautela si palesa anche sulla piazza di Milano, che si posiziona sulla linea di parità.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,08%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.342,8 dollari l’oncia. Invariato il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 56,05 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a +273 punti base, con un lieve rialzo di 5 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,82%.

Tra le principali Borse europee sostanzialmente tonico Francoforte, che registra una plusvalenza dello 0,34%, guadagno moderato per Londra, che avanza dello 0,33%, piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,30%.

Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 20.244 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 22.240 punti. In frazionale progresso il FTSE Italia Mid Cap (+0,56%), come il FTSE Italia Star (0,5%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori media (+2,39%), servizi finanziari (+0,83%) e automotive (+0,81%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto bancario, che riporta una flessione di -0,68%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, su di giri Juventus (+3,69%).

Acquisti a piene mani su Brembo, che vanta un incremento del 2,87%, con il settore auto che recupera dopo la flessione della vigilia.

Buoni spunti su Exor, che mostra un ampio vantaggio dell’1,36%.

Ben impostata Fiat Chrysler, che mostra un incremento dell’1,28%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su BPER, che continua la seduta con -1,91%.

In rosso Banco BPM, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,77%.

Spicca la prestazione negativa di Fineco, che scende dell’1,11%.

Pensosa Unicredit, con un calo frazionale dello 0,79%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Mediaset (+3,93%), FILA (+3,14%), Rai Way (+1,99%) e doBank (+1,93%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca MPS, che ottiene -1,69%.

Piaggio scende dell’1,22%.

Calo deciso per Salini Impregilo, che segna un -1,07%.

Tentenna Saras, con un modesto ribasso dello 0,63%.

Appiattita la performance delle Borse europee