Apertura incerta per Wall Street

(Teleborsa) – Inizio seduta in frazionale ribasso per la Borsa di New York, con il Dow Jones che apre perdendo lo 0,47%. Incolore lo S&P-500, che avvia la seduta a 2.718,6 punti, sui livelli della vigilia. Variazione positiva per il Nasdaq 100 (+0,33%), mentre fa meglio l’S&P 100 (1,2%). 

Pesano le tensioni generate dai dazi commerciali voluti dal presidente USA Trump. Potrebbe infatti terminare nella giornata di domani la tregua USA-Europa, con l’introduzione di tasse sull’import ed export di alluminio e acciaio.

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Finanziario (-0,50%), Beni di consumo primario (-0,48%) e Energia (-0,44%).

Inizio da dimenticare per tutte le Blue Chip del Dow Jones, che mostrano una performance negativa. Le più forti vendite si manifestano su Procter & Gamble, che registra una flessione dell’1,25%.

Si muove sotto la parità Intel, evidenziando un decremento dello 0,71%.

Male anche Boeing, che mostra un calo dell’1,53%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Analog Devices (+1,92%), Expedia (+1,24%), Ulta Beauty (+0,93%) e Alphabet (+0,88%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Dollar Tree, che prosegue le contrattazioni a -11,64%.

In caduta libera Micron Technology, che affonda del 4,62%.

Sul fronte macroeconomico USA agenda fitta di impegni, con il dato sulle richieste di sussidi di disoccupazioni migliore delle attese e i consumi delle famiglie americaneche crescono più delle previsioni. C’è attesa invece per il PMI di Chicago e le scorte di gas e petrolio settimanali.

Apertura incerta per Wall Street