Ansaldo STS, Elliott declina l’OPA. Dura replica di Hitachi: “Ci rivolgeremo alla Consob”

(Teleborsa) – Il Fondo Elliott rifiuta la proposta di Hitachi e fa sapere che non aderirà all’OPA lanciata su Ansaldo STS a 9,5 euro dai giapponesi. Secondo l’hedge fund, l’offerta lanciata da Hitachi Rail Italy sottovaluta “considerevolmente Ansaldo” e per questo “non intende portare le sue quote in adesione” ed auspica che altri azionisti facciano lo stesso lasciando quotata Ansaldo Sts “affinché tutti i soci possano ottenere benefici dalla futura creazione di valore”. 

Dura la replica dei giapponesi che annunciano il ricorso alla Commissione di Vigilanza, Consob. “Il comunicato con il quale il fondo Elliott ha annunciato di non voler aderire all’OPA lanciata da Hitachi Rail su Ansaldo STS contiene indicazioni imprecise e fuorvianti, così costituendo una pericolosa fonte di disinformazione per gli azionisti di Ansaldo STS e rischiando di indurre in errore gli azionisti stessi circa elementi essenziali dell’offerta”.

Relativamente al punto in cui la società investimento guidata da Paul Singer afferma che “l’indicazione che il prezzo offerto sottovaluti considerevolmente la Società” i giapponesi sottolineano che “non riflette in alcun modo le indicazioni valutative oggettive già rese note al pubblico da Hitachi e da Ansaldo STS, con le modalità prescritte dalle applicabili disposizioni di legge”.

“Per di più – prosegue Hitachi – tali giudizi meramente soggettivi sono resi da Elliott in pendenza di un procedimento dinanzi alla Consob, quale autorità legalmente preposta a valutare la congruità del corrispettivo dell’offerta, del quale il pubblico è stato già debitamente informato nelle forme prescritte dal nostro ordinamento”.

Ansaldo STS, Elliott declina l’OPA. Dura replica di Hitachi: ...