Ansaldo STS chiederà danni a metro Stoccolma per stop contratto

(Teleborsa) – Ansaldo Sts valuterà “tutte le iniziative giudiziarie necessarie alla difesa dei propri diritti, incluso il pagamento dei lavori ad oggi eseguiti per SL ed il risarcimento dei danni subiti”.

E’ quanto annuncia la società in merito alla decisione della società svedese AB Storstockholms Lokaltrafik che “ha posto unilateralmente fine al contratto principale con Ansaldo Sts, avente ad oggetto l’aggiornamento del sistema di segnalamento della tratta Metro System Red Line di Stoccolma, contestando inadempimenti di Ansaldo Sts e chiedendo, entro il 17 novembre 2017, la restituzione dei residui acconti versati (circa 231 milioni di Sek, pari a circa 24 milioni di euro, più VAT per circa 57 milioni di Sek, pari a circa 6 milioni di euro), più interessi, oltre l’applicazione di penali ed il risarcimento dei danni che assume avere subito, stimati al momento in complessivi 163 milioni di Sek pari a circa 17 milioni di euro”.

Ansaldo Sts replica che “la risoluzione unilaterale del contratto da parte di SL, nonché la richiesta di restituzione degli acconti e di risarcimento danni, sono infondate. La società valuterà quindi tutte le iniziative giudiziarie necessarie alla difesa dei propri diritti, incluso il pagamento dei lavori ad oggi eseguiti per SL ed il risarcimento dei danni subiti”.

Ansaldo STS chiederà danni a metro Stoccolma per stop contratto
Ansaldo STS chiederà danni a metro Stoccolma per stop contratto