Ansaldo STS: CdA approva resoconto consolidato intermedio di gestione al 30 settembre 2016

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS (STS.MI) ha approvato a maggioranza il resoconto consolidato intermedio di gestione del Gruppo, al 30 settembre 2016. Gli ordini acquisiti a tale data 2016 ammontano a 996,1 milioni di euro rispetto ai 589,3 milioni di euro al 30 settembre 2015; il valore del Portafoglio ordini è pari a 6.443,5 milioni di euro (6.410,4 milioni di euro al 31 dicembre 2015, 6.029,2 milioni di euro al 30 settembre 2015).

In particolare si evidenza che le maggiori acquisizioni sono relative ai progetti a Taiwan, India, Glasgow, Bruxelles e in Italia sulla tratta Roma-Firenze.

Il volume dei Ricavi è pari a 900,6 milioni di euro, in calo di 52,0 milioni di euro rispetto al dato di 952,6 milioni di euro dei nove mesi del 2015. Lo sviluppo della produzione delle commesse acquisite negli ultimi esercizi ha solo parzialmente compensato la diminuzione dei ricavi, in particolare quelli conseguenti al raggiungimento della fase finale di alcuni significativi contratti presenti nell’area Asia Pacifico.

Il Risultato Operativo (EBIT) è pari a 77,0 milioni di euro, in calo di 13,9 milioni di euro rispetto al 30 settembre 2015; la Redditività Operativa (ROS) in termini percentuali è pari al 8,5 per cento, rispetto al 9,5 per cento dello stesso periodo dell’anno precedente. La variazione in diminuzione del risultato operativo è funzione principalmente dei minori volumi di produzione, dell’appostamento di prudenziali accantonamenti a fronte delle risultanze dell’arbitrato con il cliente russo sul contratto in Libia e della rilevazione di costi correlati alle transazioni intervenute associate alle dimissioni di figure strategiche della società.

Il Risultato Netto ammonta a 45,8 milioni di euro (59,5 milioni di euro al 30 settembre 2015). La riduzione del 23,1 per cento è anche funzione di ulteriori prudenziali accantonamenti alla voce oneri finanziari conseguenti alle risultanze dell’arbitrato sul contratto in Libia. L’Amministratore Delegato e Direttore Generale, Andy Barr, ha espresso la sua soddisfazione per i risultati dei nove mesi: “Ringrazio ancora una volta il management e tutti i miei colleghi per il continuo lavoro nel raggiungimento di questi risultati. In particolare, in questo trimestre, il successo nella raccolta di nuovi significativi ordini e la consegna e attivazione di importanti contratti di segnalamento sono la prova delle prestazioni e dell’affidabilità di Ansaldo STS. Nel mio iniziale periodo con Ansaldo STS ho visto chiaramente che stiamo costruendo un nuovo futuro e una realtà industriale ancor più efficace e competitiva nel mercato e con la nostra attenzione per la consegna dei progetti continueremo a crescere, creando valore per tutti gli stakeholders.”

Il Capitale Circolante Netto passa da 64,5 milioni di euro del 31 dicembre 2015 a 132,1 milioni di euro al 30 settembre 2016 (81,4 milioni di euro al 30 settembre 2015). Il suddetto incremento è dovuto al maggior valore dei lavori in corso ed alla diminuzione del valore degli anticipi da clienti parzialmente compensati dalla diminuzione dei crediti commerciali.

La Posizione Finanziaria Netta, cassa netta positiva, è pari a (287,9) milioni di euro, in diminuzione rispetto al valore, sempre creditorio, di (338,7) milioni di euro al 31 dicembre 2015 ed in aumento rispetto al consuntivo al 30 settembre 2015 (276,8 milioni di euro).

Il Free Operating Cash Flow (FOCF) ante investimenti strategici presenta un flusso di cassa assorbito di 11,7 milioni di euro rispetto ad un flusso di cassa generato di 23,3 milioni di euro risultante al 30 settembre 2015.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ansaldo STS: CdA approva resoconto consolidato intermedio di gestione ...