ANM, bene sforzo su processo penale

(Teleborsa) – “Dalle bozze informali sembra che effettivamente uno sforzo di riforma del processo penale sia stato fatto. E questo può aiutare a velocizzare il processo insieme alle risorse”. Lo ha detto il Segretario dell’ Associazione Nazionale Magistrati (ANM) Giuliano Caputo, sottolineando che per quanto riguarda l’intervento sulla prescrizione dopo il primo grado, “il principio è giusto”, non ci saranno “imputati a vita”.

Ieri sera, in Consiglio dei Ministri, infatti, è arrivato il via liberaalla riforma del processo penale. Nel provvedimento c’è anche il lodo Conte bis – che prende il nome dal deputato di Liberi e Uguali (LEU) Federico Conte – sulla prescrizione. Da registrare, però, l’assenza di Italia Viva che ha disertato la riunione, come aveva annunciato Matteo Renzi, facendo salire l’asticella della tensione nella maggioranza.

Sul piano politico, dunque, risveglio amaro per il Governo dopo le frizioni di ieri tra il Premier Conte e il leader di IV Matteo Renzi proprio sul tema della prescrizione. “Comprendo e condivido la forte preoccupazione espressa poco fa da Conte, il suo richiamo alla serietà di tutta la maggioranza, per reagire a fibrillazioni che è giusto prendere sul serio e sulle quali si chiede una maggiore collegialità”, ha detto il Segretario Nicola Zingaretti che comunque ha allontanato la crisi.

“Non siamo in presenza di una crisi che nessuno ha detto, Conte ha chiesto a tutti un atto di chiarezza. È evidente che questo governo coincide con la fine della legislatura ma non credo siamo in questa situazione”, ha aggiunto.


© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ANM, bene sforzo su processo penale