Andamento positivo per i listini europei. Debole Milano

(Teleborsa) – Tutti segni più per i listini europei, ad eccezione di Piazza Affari, che mostra una seduta all’insegna della debolezza.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,25%. L’Oro viaggia sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,17%. Seduta in frazionale ribasso per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che lascia, per ora, sul parterre lo 0,29%.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 117 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,74%.

Tra i listini europei Francoforte registra una rialzo dello 0,67%, Londra mostra un progresso dello 0,70% mentre Parigi resta incollata sui livelli della vigilia.

A Milano, si muove sotto la parità il FTSE MIB, che scende a 23.872 punti, con uno scarto percentuale dello 0,70%.

In buona evidenza a Milano i comparti Immobiliare (+0,65%) e Chimico (+0,52%). Nel listino, i settori Materie prime (-1,23%), Automotive (-1,19%) e Banche (-1,19%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, Moncler avanza dell’1,59%. Si è mossa in territorio positivo Prysmian, mostrando un incremento dell’1,20%. Composta Italgas, che cresce di un modesto +0,95%. Performance modesta per Atlantia, che mostra un moderato rialzo dello 0,80%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Exor, che prosegue le contrattazioni con un -2,05%. Pesante Fiat Chrysler, che segna una discesa di ben -2,04 punti percentuali. Sotto pressione Leonardo, che accusa un calo dell’1,60%. Scivola Unicredit, con un netto svantaggio dell’1,56%. Scivola Eni -0,71% dopo i risultati giudicati inferiori alle attese degli analisti. 

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Sias (+6,46%), ASTM (+4,82%), OVS (+4,17%) e RCS (+2,41%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Rai Way, che ottiene un -1,89%. In rosso Credito Valtellinese, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,77%. Spicca la prestazione negativa di Banca Farmafactoring, che scende dell’1,70%. Maire Tecnimont arretra dell’1,64%.

Andamento positivo per i listini europei. Debole Milano