Ancora vendite sul petrolio

(Teleborsa) – Non si arrestano le vendite sul petrolio, che prosegue sulla scia ribassista mostrata venerdì scorso.

A provocare il sell-off il possibile aumento della produzione da parte di OPEC e Russia. Il Ministro dell’Energia dell’Arabia Saudita ha infatti dichiarato che nel meeting OPEC di Vienna del prossimo 22 giugno potrebbe essere concordato, di concerto con Mosca, un incremento dell’output “per riequilibrare il mercato”.

Sempre venerdì Baker Hughes ha riportato un incremento dei pozzi attivi negli Stati Uniti di 15 unità a quota 859. Si tratta della crescita settimanale più ampia da inizio febbraio.

In questo momento i futures sul West Texas Intermediate (WTI) stanno cedendo oltre 1 dollaro a 66,71 dollari al barile mentre quelli sul Brent arretrano di 1,26 dollari a 75,18 dollari al barile.

Ancora vendite sul petrolio