Anche Fiat Chrysler soccombe allo scandalo Vokswagen

L’affaire Volkswagen continua a mettere sotto pressione il comparto automotive europeo, al momento in calo del 4,18% sul relativo DJ Stoxx.

Anche Fiat Chrysler Automobiles, che ieri era riuscita a limitare le perdite entro il punto percentuale, soccombe alla notizia diffusa ieri mostrando oggi unb decremento del 4,32%.

Questo perché secondo rumors di stampa le autorità americane avrebbero deciso di estendere l’inchiesta sui diesel anche agli altri produttori di auto.
Non è escluso, inoltre, che anche l’Unione Europea decida di avviare controlli sulle emissioni.

Per quanto riguarda l’analisi tecnica del titolo, la tendenza ad una settimana di Fiat Chrysler Automobiles è più fiacca rispetto all’andamento del FTSE MIB. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Attesa per il resto della seduta un’estensione della fase ribassista con area di supporto vista a 11,95 e successiva a 11,75. Resistenza a 12,51.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Anche Fiat Chrysler soccombe allo scandalo Vokswagen