Ambiente, nel 2014, ogni cittadino europeo ha prodotto 475 kg di rifiuti

(Teleborsa) – 475 kg nel 2014. E’ questa la quantità di rifiuti urbani che è stata generata da ogni cittadino dell’ UE. E’ quanto si evince da un rapporto pubblicato da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea che spiega come il 44% di questi rifiuti sia stato riciclato o compostato.

Rispetto al 2002, quando la quantità di rifiuti ha raggiunto il suo picco di 527 kg per persona, c’è stato un calo del 10% della quantità di rifiuti generata da ogni persona.

Dal 2007, nell’UE la produzione di rifiuti urbani a persona è costantemente diminuita al di sotto del suo livello di metà degli anni 1990.

Dei 475 kg di rifiuti urbani prodotti a persona nell’ UE nel 2014, stati trattati 465 kg a persona.

Il trattamento ha seguito diversi metodi: il 28% è stato riciclato, un altro 28% in discarica, il 27% incenerito e il 16% è stato in compostaggio.

La quota di rifiuti urbani riciclati o compostati nell’UE è costantemente aumentato nel corso del tempo; dal 17% nel 1995 al 44% nel 2014.

La quantità di rifiuti urbani generati varia in modo significativo in tutti gli Stati membri dell’UE.

Con meno di 300 kg a persona, la Romania (sulla base dei dati 2013), la Polonia e la Lettonia avevano gli importi più bassi di rifiuti generati nel 2014, seguiti dalla Repubblica Ceca e Slovacchia (entrambi poco più di 300 kg a persona).

All’estremità opposta della scala, la Danimarca (759 kg per persona) ha avuto la più alta quantità di rifiuti prodotti nel 2014, ben prima di Cipro, Germania e Lussemburgo con importi inferiori, ma superiori a 600 kg per persona, e Malta, l’Irlanda, Austria, Paesi Bassi, Francia e Grecia, con valori compresi tra 500 e 600 kg per persona.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ambiente, nel 2014, ogni cittadino europeo ha prodotto 475 kg di rifiu...