Ambiente, le imprese investono 1,4 miliardi

(Teleborsa) – Moderata la crescita degli investimenti delle imprese per la protezione dell’ambiente, che nel 2016 ha registrato un +2,3% a 1,437 miliardi di euro. E’ quanto stima un report dell’Istat, secondo cui la crescita è stata sostenuta soprattutto dalle PMI con un +12,9%, mentre si riduce la spesa per le grandi imprese (-0,4%).

In proporzione si spende di meno per l’ambiente – La quota di investimenti fissi lordi destinati alla protezione dell’ambiente rispetto al complessivo si è ridotta nell’industria al 3,9% rispetto a 4,1% del 2015 e in misura ancora più contenuta nella manifattura (1,9%, -0,1 punti percentuali).

Cresce il peso degli investimenti in tecnologie più avanzate – Cresce però il peso degli investimenti integrati collegati a in tecnologie più avanzate che passa al 33,5% dal 30,3% e registra una crescita di +55 milioni di euro (+12,9%), anche se gli investimenti end-of-pipe (956 milioni di euro), ossia volti a rimuovere l’inquinamento già causato, sono ancora la componente più rilevante degli investimenti per la protezione dell’ambiente, con un’incidenza del 66,5% sul totale.

Si investe per purificare acqua e suolo e per eliminare il rumore- Più di un terzo della spesa (39%) è destinato alle attività di protezione e recupero del suolo e delle acque di falda e superficiali, all’abbattimento del rumore, alla protezione del paesaggio e protezione dalle radiazioni e alle attività di ricerca e sviluppo finalizzate alla protezione dell’ambiente.

Petrolio e metallurgia restano le attività più inquinanti– Nella manifattura, quasi il 50% della spesa per investimenti ambientali proviene dalla fabbricazione di prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio (18,4%), dalla metallurgia (18,1%) e dalla fabbricazione di prodotti chimici (13%). Tuttavia tale quota si riduce di quasi 10 punti percentuali rispetto al 2015, segnale di una maggiore differenziazione settoriale negli investimenti per la tutela ambientale.

Ambiente, le imprese investono 1,4 miliardi