Ambiente, inquinamento dell’aria e rifiuti preoccupano gli italiani

(Teleborsa) – Proprio mentre molte città italiane sono alle prese con l’emergenza smog, da Milano a Roma, l’Istat ha comunicato in un report che in Italia è cresciuto il livello di consapevolezza ambientale, specialmente al Nord, tra le donne e tra le persone con istruzione superiore. Il contributo ambientale della popolazione tende a crescere all’aumentare dell’età, con un impegno minore tra i giovani (al di sotto dei 34 e, soprattutto, dei 24 anni) e maggiore nelle fasce d’età centrali e avanzate. 

In particolare nel 2014 le preoccupazioni della popolazione relative all’ambiente si sono rivolte soprattutto verso l’inquinamento atmosferico, la produzione e lo smaltimento dei rifiuti ed il cambiamento climatico. 

I cittadini esprimono grande attenzione alla tutela delle risorse naturali: il 72% è stimato impegnarsi a non sprecare energia elettrica, il 67% a non sprecare l’acqua.

L’Istat ha stimato che nel corso degli ultimi cinque anni il 22% delle famiglie ha effettuato investimenti in denaro per ridurre le spese energetiche (sostituendo apparecchi ed elettrodomestici con modelli più efficienti, isolando termicamente l’abitazione, ecc.). 

Ancora poco diffuso l’acquisto di alimenti biologici o della filiera corta.

Ambiente, inquinamento dell’aria e rifiuti preoccupano gli ital...