Amazon studia il pagamento con il palmo della mano

(Teleborsa) – Carte di credito, smartphone e app di pagamento addio: il futuro dei pagamenti sarà la scansione del palmo della mano. Secondo il Wall Street Journal è la nuova frontiera su cui starebbe lavorando Amazon che avrebbe già iniziato a collaborare con Visa e Mastercard.

Allo studio dunque del colosso dell’e-commerce c’è dunque la possibilità di pagare tramite i dati biometrici, metodo che le indiscrezioni indicano come estremamente più veloce rispetto ai tradizionali mezzi di pagamento telematico con 300 millisecondi per l’operazione contro i 3-4 secondi del Pos.

Il nuovo metodo sarebbe studiato in particolare per fast food, caffetterie e altri negozi dove il pagamento è un atto ripetitivo e frequente per rendere più rapide le operazioni: secondo il New York Post una simile sperimentazione era stata avviata pressi i negozi della controllata Whole Foods dove è possibile pagare la spesa senza passare dalle casse tramite la scansione sul cellulare.

Al momento Amazon non ha rilasciato commenti: il progetto aprirebbe nuove frontiere finanziarie e tecnologiche, ma anche filosofiche e giuridiche sul ruolo, la conservazione e l’utilizzo dei dati biometrici.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amazon studia il pagamento con il palmo della mano