Amazon, deludono i conti trimestrali

(Teleborsa) –

Per la prima volta dal 2017, Amazon ha mancato le stime di utile registrando nel 3° trimestre un risultato netto positivo di 2,1 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 2,9 miliardi dell’anno precedente. A pesare gli investimenti per il programma “consegne in un giorno“, che prevede la consegna gratuita degli ordini per i membri di Amazon Prime. “È un grande investimento, ed è la giusta decisione a lungo termine per i clienti”, ha dichiarato Jeff Bezos, CEO del Gruppo di Seattle.

L’EPS si è attestato a 4,23 dollari ad azione a fronte dei 4,62 dollari del consensus.

Bene, invece, i ricavi attestatisi a 70 miliardi di dollari, il 24% in più rispetto allo stesso periodo del 2018. Le attese del mercato erano per 68,8 miliardi di dollari.

Guardando al futuro, Amazon prevede per il trimestre in corso che le vendite nette saranno comprese tra 80 e 86,5 miliardi di dollari, o che cresceranno tra l’11% e il 20% rispetto al quarto trimestre 2018. Gli analisti speravano in 87 miliardi di dollari.

In flessione di circa il 7% il titolo nel mercato after hours.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amazon, deludono i conti trimestrali