Altra trimestrale deludente per H&M

(Teleborsa) – Nessun segnale di ripresa per H&M, che mette a segno l’ennesimo bilancio deludente.

Il colosso retail svedese ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 4,6 miliardi di corone svedesi, in calo del 21% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e al di sotto delle attese degli analisti che erano per 4,7 miliardi.

Le vendite sono salite leggermente da 51,3 a 51,9 miliardi di corone.

La società, come spiegato dal Chief Executive Officer Karl-Johan Persson, sta affrontando un periodo di trasformazione che ha inevitabilmente comportato difficoltà nel primo semestre, in particolare squilibri nell’assortimento.

“Come parte della trasformazione stiamo spostando i nostri sistemi logistici per rendere la nostra supply chain ancora più veloce, flessibile ed efficiente. Ma queste transizioni sono complicare e possono comportare interruzioni temporanee, come purtroppo accaduto nel secondo trimestre in alcuni dei nostri principali mercati di vendita” ha poi dichiarato, aggiungendo che in alcuni Paesi le vendite sono andate molto bene.

In questo momento le azioni H&M sono poco mosse sul Listino si Stoccolma.

Altra trimestrale deludente per H&M