Alphabet (Google) cresce ma non esalta

(Teleborsa) – Trimestrale a due velocità per Alphabet, la parent company del gigante del web Google.

La holding ha chiuso il quarto trimestre con una perdita di 3 miliardi di dollari, o 4,35 dollari ad azione, dovuta all’impatto della riforma fiscale statunitense. Al netto di questa l’utile è di 6,8 miliardi di dollari, o 9,70 dollari ad azione. Un dato comunque inferiore ai 9,9 dollari attesi dagli analisti.

I ricavi sono balzati del 24% a 32,32 miliardi di dollari a fronte dei 31,8 miliardi del consensus, spinti dai ricavi pubblicitari generati Google.

Il Chief Financial Officer Ruth Porat ha dichiarato che la società continuerà ad fare investimenti nel medio periodo in “nuovi entusiasmanti progetti”.

Subito dopo la pubblicazione del bilancio le azioni Alphabet sono crollate del 5% nell’after hours di Wall Street, chiudendo poi con una discesa del 2%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alphabet (Google) cresce ma non esalta