Alleanza di costruttori europei per fermare la vendita di camion diesel entro il 2040

(Teleborsa) – Stop alla vendita di tir diesel entro il 2040. È l’obiettivo che si è posta un’alleanza di costruttori di mezzi pesanti europei per abbattere le emissioni nel settore dei trasporti. Ad annunciarlo al Financial Times è stato Henrik Henriksson, Ceo di Scania che insieme a Daimler, Man, Volvo, Daf, Iveco e Ford ha firmato un accordo per il phase-out dall’alimentazione tradizionale a gasolio – attualmente di gran lunga la più diffusa nel segmento dei trasporti su gomma – per passare alle nuove tecnologie a idrogeno, batteria e combustibili puliti.

Secondo le stime del numero uno di Scania e direttore della divisione veicoli commerciali dell’Associazione europea dei costruttori (Acea), gli investimenti dell’industria nei prossimi anni per rendere possibile il passaggio potrebbero arrivare fino ai 100 miliardi di euro: “se vogliamo che questo accada, abbiamo bisogno di lavorare insieme”. Gli investimenti riguarderanno anche le infrastrutture di ricarica e rifornimento, mentre l’appello alle istituzioni europee è quello di prevedere al più presto una carbon tax comune per guidare il cambiamento.

Secondo quanto ha riportato il quotidiano britannico, l’alleanza di costruttori è al lavoro con il Postdam Institute for Climate Impact Research per individuare il miglior approccio alla transizione e le migliori tecnologie per renderla possibile.

“Non esiste un proiettile d’argento; non ci sarà una tecnologia che dominerà tutto, ci saranno tecnologie parallele nel tempo – ha aggiunto Henriksson – Arriveranno a ritmi diversi, ma se ci sediamo e aspettiamo che emerga la tecnologia perfetta bruceremo il pianeta”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alleanza di costruttori europei per fermare la vendita di camion diese...