Alleanza Assicurazioni, Antonini: “Valore Sostenibile trait d’union tra complessità mercati e prudenza investitori”

(Teleborsa) – “Sostenibilità significa fare bene impresa con un impatto positivo sull’economia reale, cioè sulla vita delle persone. È il modo in cui traduciamo concretamente la strategia di Generali intrecciando il nostro business e l’impegno nelle comunità. Allarghiamo ai nostri clienti questa visione con Valore Sostenibile che completa il percorso iniziato nel 2020 con il lancio della famiglia Evergreen”. È quanto afferma Renato Antonini, responsabile Vita e Danni di Alleanza Assicurazioni presentando ‘Valore Sostenibile’, la nuova soluzione di investimento lanciata da Alleanza Assicurazioniche coniuga solidità, modularità e sostenibilità permettendo al cliente di investire nei mercati finanziari secondo i criteri ESG con l’obiettivo di generare un impatto positivo per l’ambiente e le comunità.

Alleanza presenta la nuova soluzione “Valore sostenibile” di che cosa si tratta e quali sono le sue peculiarità?

“Con ‘Valore Sostenibile’ noi abbiamo migliorato la nostra offerta di prodotti e servizi attraverso una proposta di investimento per i nostri clienti che sappia aprirsi maggiormente ai mercati finanziari con una chiara connotazione sulla sostenibilità. Per noi la sostenibilità è un elemento fondamentale, lo è stato da sempre nei 120 anni di storia di Alleanza Assicurazione, e qui diamo la concretezza su un prodotto di investimento che alla partenza avrà ben l’80% delle risorse che ci affidano i nostri clienti investite in OICR ESG attraverso il nostro gestore storico del gruppo Generali Investments Partners che è una garanzia. In questo tipo di soluzione di investimento noi abbiamo una esposizione ai mercati finanziari importante – infatti il 10% dell’investimento è nella nostra gestione separata Fondo Euro San Giorgio – per dare stabilità quindi ridurre la volatilità ovvero i movimenti oscillatori che caratterizzano spesso i mercati finanziari. Per l’altro 90% abbiamo aperto la nuova linea di investimento ‘Obiettivo Futuro’ che ha 5 fondi di cui 4 sono totalmente ESG. In partenza l’80% del nostro investimento andrà, quindi, in iniziative e attività connotate in impatto ambientale positivo, in attenzione ai risvolti sociali delle attività economiche e finanziarie, senza dimenticare l’assetto organizzativo delle aziende. Anche se è fondamentale, essendo assicuratori, non abbiamo pensato solo all’aspetto finanziario ma anche alla nostra funzione sociale, alla vicinanza alle persone nel momento del bisogno. Per tranquillizzare in nostro cliente tipo che, normalmente, è un cliente poco propenso al rischio sull’orizzonte temporale di 10 anni, previsto per questo investimento, garantiamo che in caso di morte dell’assicurato il cliente non perderà nulla. Se l’investimento dovesse avere un valore più basso di quanto versato noi garantiamo, senza nessun costo a carico del cliente, la differenza tra quanto versato e quello che è il valore dell’investimento. Inoltre, con un piccolo costo aggiuntivo, il cliente può acquistare una copertura lesioni completa per infortuni o morte da infortunio sia per sé che per la propria famiglia. A fronte di ciò credo che sia un elemento tangibile la sostenibilità dell’aspetto assicurativo e la vicinanza di Alleanza ai propri clienti”.

Con questa soluzione Alleanza rafforza il suo impegno nella sostenibilità. Come si inquadra nell’ambito della strategia e quali azioni vengono messe in campo?

“Il tema della sostenibilità è sempre più importante, nell’ultimo periodo è diventato cruciale. Purtroppo la pandemia, tra le varie conseguenze, ha posto anche come elemento di attenzione fondamentale la ricerca del benessere da parte delle persone e del Governo. Tutto il movimento che c’è attorno al Recovery Plan, quindi il mondo del Next Generation EU, vede un investimento particolare e privilegiato per le iniziative con impatto ambientale positivo. Certamente per noi la sostenibilità non comprende soltanto l’aspetto ambientale ma anche quello sociale e finanziario. Con la nostra storia dimostriamo che è importante il lungo periodo, sia perché abbiamo clienti molto fidelizzati che stanno con noi da diversi anni – siamo sempre stati specializzati in piani di risparmio di medio-lungo termine –, sia perché riteniamo che la sostenibilità sia un tema più ampio che implica fare l’interesse di tutti gli stakeholder. Questo oggi lo facciamo come fine di un percorso iniziato lo scorso anno con la famiglia dei prodotti ‘Evergreen’ in cui avevamo un unico prodotto, il GIS Euro Green & Sustainable Bond, sempre gestito da Generali Investments Partners, per arrivare alla soluzione di investimento finanziario e assicurativo ‘Valore sostenibile’ in cui la connotazione ESG è praticamente totale. Sarà il nostro gestore che analizzerà, valuterà e investirà in quelle aziende, in quelle obbligazioni emesse da aziende che hanno dei filtri ESG, quindi soddisfano quei connotati di sostenibilità tali da consentirci di avere questa caratterizzazione. Si tratta di investimenti ‘buoni’ anche dal punto di vista del rendimento. I dati ci dicono che negli ultimi 5 anni, sulla base dell’indice azionario europeo, gli investimenti con filtri ESG hanno cumulato un 6% di overperformance rispetto agli investimenti azionari non ESG”.

La nuova soluzione concretizza anche l’impegno di Alleanza alla promozione della cultura finanziaria. In che modo e quali sono gli obiettivi?

“Con questa soluzione abbiamo voluto essere il trait d’union tra la complessità e la volatilità dei mercati finanziari – evidente soprattutto in epoca di crisi come quella da Covid-19 – e la prudenza dei nostri investitori, clienti, risparmiatori. Lo scenario è purtroppo caratterizzato da una bassa alfabetizzazione finanziaria. Ce lo dicono molte ricerche, la più famosa è quella di Consob che analizza in maniera regolare nel tempo gli investimenti del patrimonio delle famiglie italiane. Stando ai dati l’Italia risulta ultima tra i Paesi sviluppati per alfabetizzazione finanziaria che significa, ad esempio, conoscere la differenza tra tasso di interesse semplice e composto o il rapporto tra rischio e rendimento. Quindi quella che è la tutela del risparmio, stabilita dall’articolo 47 della Costituzione italiana, poi non si riflette sull’educazione finanziaria come materia da studiare a scuola. Questo ci ha spinto negli ultimi anni a investire molto sull’educazione finanziaria e assicurativa attraverso un programma nazionale. Siamo intervenuti con diverse iniziative in ambito locale anche in remoto, raggiungendo con i nostri webinar molte persone anche in un momento tragico come quello della pandemia. Il nostro programma è stato ampliato non solo al tema dell’investimento ma anche a quello della protezione, con il ‘Protection Day’, alla pianificazione previdenziale, con il ‘Previdenza Day’ e, infine, all’ambito finanziario, con l’ ‘Investment Day’. Incontri che avevano la finalità elevare il livello di educazione finanziaria. Ci sarà un’edizione speciale con il nuovo prodotto ‘Valore Sostenibile’: chi lo sottoscrive entro il 31 agosto di quest’anno potrà partecipare, grazie a una collaborazione con SDA Bocconi, nel mese di settembre a una masterclass in cui docenti ed esperti del settore affronteranno il tema della sostenibilità nell’ambito dell’educazione finanziaria dei nostri clienti”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alleanza Assicurazioni, Antonini: “Valore Sostenibile trait d&#8...