All’Aiegest di Trapani si decide il dopo Giudice

(Teleborsa) – Franco Giudice, presidente di Airgest, società di gestione dell’aeroporto di Trapani, si sarebbe presentato all’assemblea convocata il prossimo 5 febbraio per l’ultimo atto del suo mandato, avendo mantenuto la carica per esercizi di bilancio e risultando pertanto non rieleggibile sulla base del regolamento statutario della società.

Ma Giudice ha anticipato i tempi, annunciando le sue dimissioni da presidente del CdA della società, carica che aveva assunto nel 2015 su indicazione dell’allora presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta.

La messa a disposizione del mandato è un gesto che lo stesso Giudice ha definito di correttezza. Gesto seguito a ruota dal vicepresidente di Airgest, Paolo Angius.

Le nuove nomine, che spettano alla Regione che detiene il 99,93% della società, sono necessarie anche in relazione al bando indetto dalla stessa società di gestione per garantire l’operatività dell’aeroporto di Trapani Birgi.

Al momento ha risposto solo Ryanair, ma sul bando pende il ricorso presentato al Tar da Alitalia, che si era detta interessata, come pure la rumena Blue Air, senza che poi sia stata presentata alcuna offerta.

Il bando è relativo all’affidamento dei servizi di promozione e comunicazione per la realizzazione di una campagna di advertising finalizzata a favorire l’incremento delle presenze turistiche nell’ambito territoriale afferente all’aeroporto di Birgi. Al bando, che ha un importo di circa 14 milioni di euro al netto dell’IVA con fondi, contribuiscono per il 77% la Regione e per il 23% da 15 Comuni della provincia, senza però il comune capoluogo.

All’Aiegest di Trapani si decide il dopo Giudice