Alitalia, in gara Ryanair e Lufthansa per singoli asset

(Teleborsa) – Arrivano i primi dettagli delle 32 manifestazioni di interesse ricevute per Alitalia, nella procedura di gara aperta dai tre commissari, Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari. Il quantitativo delle buste arrivate al Notaio Nicola Altante era certamente risultato superiore alle aspettative, secondo quanto riferito ieri dal presidente dell’ENAC, Vito Riggio.

Era stato lo stesso Paleari ad annunciare l’arrivo di un gran numero di proposte, ieri, nel corso dell’assemblea annuale ENAC, ma non aveva dato altre informazioni né rivelato l’identità degli interessati. Di qui una sorta di “caccia” ai possibili interessati.

A neanche ventiquattro ore dall’annuncio, sarebbero già uscite allo scoperto Ryanair e Lufthansa, confermando l’invio di una proposta per alcuni specifici asset della compagnia italiana. Nessuna delle due sarebbe interessata alla compagnia intera.

Ryanair, la low cost di Michael O’Leary, avrebbe detto a Il Sole 24 Ore di aver fatto una proposta per il feederaggio dei voli a lungo raggio di Alitalia, dicendosi disposta anche a mettere 20 aeromobili in caso di taglio delle rotte della compagnia tricolore. Secondo Bloomberg, invece, Lufthansa avrebbe affermato di essere interessata solo alla flotta 4ed eventualmente agli slot.

Fra gli interessati vi sarebbero poi Delta Air lines, che proprio ieri ha ammesso di continuare a monitorare gli sviluppi della vicenda, le compagnie cinesi Hainan Airlines ed Air China, la stessa Ethiad Airways, che dice di voler considerare un rafforzamento dei legami con il vettore italiano, e le due compagnie di bandiera Air France e Turkish Airlines. IAG, la compagnia che ha riunito British Airways ed Iberia, ha abncora una volta smentito un interesse di qualche tipo. 

Una cosa è certa, per consentire ai vettori esteri di partecipare alla gara sarà necessario rimuovere il vincolo del tetto del 49% nel capitale presente nella normativa europea. Di questa questione spinosa si occuperà Bruxelles giovedì, con la pubblicazione di un pacchetto di misure dedicato al settore dell’aviazione civile. NJon si parla di una vera e propria rimozione dle limite, quanto piuttosto di una interpretazione estensiva che allarga le maglie dle contorllo e dlela proprietà dei vettori europei.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alitalia, in gara Ryanair e Lufthansa per singoli asset