Alitalia, Hogan conferma che non c’è fretta per la scelta del nuovo AD

Il numero uno di Ethiad James Hogan prevede che per individuare il nuovo AD di Alitalia, dopo le dimissioni di Silvano Cassano a settembre, ci vorranno 3-6 mesi. “Quello che conta è trovare la persona giusta”, ha detto. Gli ha fatto eco il Presidente Luca Cordero di Montezemolo, aggiungendo “non abbiamo la pistola puntata”.

Hogan ha poi sottolineato che il piano va avanti come previsto, essendo stato creato prima dell’arrivo dell’Ad. “Siamo impegnati nel piano, siamo un team unito e forte e vogliamo premere sull’acceleratore per coprire le falle. E’ un viaggio di tre anni e ci riusciremo”, ha confermato. 

Una posizione condivisa anche da Montezemolo, il quale ha ribadito che l’uscita di Cassano “non vuol dire ricominciare da capo” e che l’andamento degli affari è in linea con il Piano per il 2015.

Hogan ha infine offerto una panoramica sull’andamento del business, anticipando un’accelerazione dei ricavi ed una “posizione di cassa forte”.

Alitalia, Hogan conferma che non c’è fretta per la scelta...