Alcoa, l’aumento dei prezzi dell’alluminio fa balzare ricavi e utili trimestrali

(Teleborsa) – Alcoa, colosso statunitense attivo nella produzione di alluminio, ha registrato dati finanziari migliori delle attese nel terzo trimestre dell’anno. I prezzi più elevati dell’alluminio e dell’allumina hanno portato a un aumento del 10% delle entrate a 3,1 miliardi di dollari, contro un consensus di 2,9 miliardi di dollari. L’utile netto rettificato è aumentato del 39% a 391 milioni di dollari, o 2,05 dollari per azione, mentre il mercato di aspettava 1,80 dollari per azione.

“Il lavoro strategico che abbiamo implementato in tutta la nostra azienda ci ha aiutato a cogliere efficacemente i benefici da fondamentali di mercato molto forti e a fornire un altro trimestre eccellente, con una redditività record – ha affermato il presidente e CEO Roy Harvey – Oggi Alcoa è più forte e più pronta per il futuro e abbiamo in programma di continuare il nostro slancio positivo e fornire costantemente valore attraverso il ciclo delle materie prime”.

Fornendo la guidance per i prossimi mesi, Alcoa ha affermato di continuare ad aspettarsi un “solido 2021” sulla base della continua ripresa economica e dell’aumento della domanda di alluminio in tutti i mercati finali. Il segmento dell’alluminio dell’azienda prevede una crescita a due cifre sul volume delle spedizioni anno su anno di prodotti a valore aggiunto e l’azienda prevede che la domanda globale annua di alluminio primario aumenterà di circa il 10% rispetto al 2020 e supererà i livelli pre-pandemia del 2019.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alcoa, l’aumento dei prezzi dell’alluminio fa balzare rica...