AirAsia, niente joint-venture con Cina per nuova low cost a Zhengzhou

(Teleborsa) – Stop di Pechino ad AirAsia per formazione joint-venture con la società finanziaria governativa cinese Everbright Group che avrebbe avuto il compito di creare una compagnia aerea low-cost con base a Zhengzhou, città di oltre 7 milioni di abitanti capitale della provincia di Henan, nella Valle del Fiume Giallo, zona centrale del Paese. La città in precedenza era conosciuta come Zhengxian. AirAsia è compagnia aerea a basso costo con base a Kuala Lumpur, in Malaysia, e opera voli di linea nazionali e internazionali su oltre 100 destinazioni in 22 paesi. 

Rinuncia che con ogni probabilità porrà fine alle ambizioni del vettore malese sulla Cina. Non sono stati resi noti i motivi della decisione, ma tra le ipotesi si è fatta largo la possibilità che si tratti di una risposta alla decisione della Malesia di congelare 20 miliardi di dollari investiti dai cinesi nel Paese del sud-est asiatico.

Inoltre, già a giugno dall’Ente cinese per l’aviazione civile era arrivato uno “stop” motivato dal fatto che c’era una lunga coda di compagnie aeree in attesa di “approvazione di avvio”, aspetto che quindi avrebbe rallentato di molto i tempi di decollo della nuova low-cost. L’Ad di AirAsia, Tony Fernandes, aveva preso in considerazione anche l’idea di acquistare la certificazione di un vettore già esistente, ma l’ipotesi venne scartata vista l’impossibilità di riuscita senza avere al fianco una società controllata appunto dal Governo di Pechino, che ritiene le compagnie aeree “interesse strategico da difendere”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

AirAsia, niente joint-venture con Cina per nuova low cost a Zhengzhou