AIG archivia un brutto trimestre a causa della volatilità dei mercati

Terzo trimestre in rosso per American International Group (AIG), a causa della volatilità dei mercati.

Il colosso assicurativo americano, su cui l’attivista Carl Icahn sta facendo pressioni per uno scorporo, ha archiviato il periodo con una perdita pari a 231 milioni di dollari, dall’utile di 2,19 miliardi di dollari dello scorso anno.
La perdita per azione si attesta a 18 centesimi, mentre al netto delle componenti straordinarie si è registrato un utile per azione di 52 centesimi.
Deluse di molto le attese degli analisti che speravano in un utile pari a 1,03 dollari ad azione.

“I risultati del terzo trimestre hanno deluso pur mostrando che stiamo facendo progressi per trasformare AIG e renderla competitiva nel lungo termine”, ha dichiarato l’amministratore delegato Peter Hancock. 

La società, che intende tagliare 400 dirigenti, ha dichiarato che la ristrutturazione permetterà di risparmiare 400-500 mln di dollari l’anno.

Depresso il titolo nelle contrattazioni after hours: -2,17%.

AIG archivia un brutto trimestre a causa della volatilità dei mercati
AIG archivia un brutto trimestre a causa della volatilità dei me...