Agricoltura, 14 mld di euro di danni per i capricci del tempo

(Teleborsa) – Il freddo si abbatte bruscamente nelle campagne sconvolte da un inverno torrido che a gennaio ha fatto segnare una temperatura minima superiore di ben 1,9 gradi rispetto alla media del periodo secondo i dati Ucea. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti, dal quale è emerso che le bizzarrie del clima con gli eventi estremi, tra siccità e alluvioni, hanno provocato in Italia danni alla produzione agricola nazionale, alle strutture e alle infrastrutture per un totale pari a più di 14 miliardi di euro nel corso di un decennio. 

La siccità – precisa la Coldiretti – rappresenta l’evento avverso più rilevante per l’agricoltura italiana degli ultimi dieci anni, con tre eventi gravi, nel 2003, nel 2007 e nel 2012, interessando maggiormente le aree del Nord e del Centro Italia, con valori di dai 500 ai 700 giorni di siccità dichiarata (dai 50 ai 70 giorni l’anno di media). Per quanto riguarda il maltempo invece, i danni – continua la Coldiretti – riguardano sia le produzioni, sia le strutture e le infrastrutture, con rispettivamente il 30, 40 e 30% dei danni complessivi.

“L’agricoltura è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici ma e’ anche il settore più impegnato per contrastarli” ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare “si tratta pero’ di una sfida per tutti che può essere vinta solo se si afferma un nuovo modello di sviluppo più attento alla gestione delle risorse naturali nel fare impresa e con stili di vita più attenti all’ambiente nei consumi, a partire dalla tavola”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Agricoltura, 14 mld di euro di danni per i capricci del tempo